La gola del Bletterbach

Escursione del 24 Agosto 2016. Sei in montagna e vuoi un’alternativa alla salita? Allora scendi! Al parco del Bletterbach si può visitare un bellissimo canyon che forma un’impressionante fenditura ai piedi del Corno Bianco. L’accesso è da Aldino, provincia di Bolzano, piuttosto comodo dall’uscita Egna Ora sull’A22. Alte pareti striate dai colori di rocce di milioni di anni fa, cascatelle, guadi, minerali. C’è materiale per divertirsi avventurandosi nella gola. Si possono effettuare visite guidate se amate spiegazioni più approfondite sulla geologia del luogo. Oppure ci può scendere da soli (con elmetto obbligatorio) e percorrere la gola in libertà. Trovo sia il modo migliore. Ti prendi i tempi che vuoi e non devi stare dietro a un gruppo. Le informazioni le puoi leggere su una guida e hai tempo di fermarti quando vuoi.

Vai alla pagina dell’escursione con foto e dettagli.

Annunci

Torre di Pisa sul Latemar

Escursione del 23 Agosto 2016. Alla scoperta del Latemar salendo da Passo Feudo fino alla Torre di Pisa e Porta del Latemar. Un percorso piuttosto battuto ma in grado di regalare viste da mozzare il fiato. La suggestione di questi posti è unica: guglie, campanili, rocce rosse, panorami, il tutto esaltato da una giornata di tempo stupendo. Salita breve ma impegnativa. Fatica ampiamente ripagata dalla vista del Latemar.

Vai alla pagina dell’escursione con foto e dettagli.

Corchia e le miniere

Escursione del 16 Agosto 2016. Un’escursione semplice alla scoperta di un bellissimo borgo dell’appennino parmense. Corchia conserva il suo aspetto medievale e dal paese si snoda il sentiero delle miniere che ha come punto di arrivo la visita (necessariamente guidata) ad alcuni cunicoli della miniera Pietra del Fuoco. Un’esperienza emozionante.

Vai alla pagina dell’escursione con foto e dettagli.

Anello di Pietranera

Escursione del 17 Aprile 2017. Il monte Pietranera è una modesta altura nel comune di Salsomaggiore. Il sentiero naturalistico P9 che parte da Grotta offre una bellissima salita al monte e un percorso (EE) ricco di sorprese: roccia, tratti attrezzati, guadi, fioriture. Tante cose che non ti aspetteresti da quote così contenute. C’è da divertirsi e il percorso non è da sottovalutare. Bellissime fioriture, tanta natura e un discreto dislivello complessivo. Potendo scegliere, sicuramente la primavera è la stagione migliore per visitare questi luoghi, potendo godere di una natura rigogliosa in contrasto con la roccia brulla e i paesini abbandonati.

Vai alla pagina dell’escursione con foto e dettagli.

Sulla traccia di Nives

Erri De Luca – Sulla traccia di Nives
Nives Meroi, famosa alpinista italiana, è impegnata nel sogno di salire tutti i 14 ottomila del mondo. Lo fa in stile alpino, con poco materiale, lo stretto necessario, in compagnia del marito e di un amico fotografo. E’ un approccio puro all’ascesa quello di Nives e pieno di rispetto per la natura e per la montagna. Nives tenta e ritenta, molte volte torna indietro, rinuncia, poi riprova. La bravura dell’alpinista sta proprio lì, nel saper rinunciare quando si deve farlo e nella forza di ritentare. “Una cima l’hai conquistata quanto sei ridisceso” dice Nives. Il ritorno, la discesa, fanno parte dell’impresa. Erri De Luca dialoga con Nives durante una delle sue imprese, la segue e parla con lei della fatica, di ciò che spinge una persona ad affrontare un tale carico di rischio, paura, sofferenza, ma anche meraviglia, beatitudine. Cosa cerchiamo sulla cima dei monti? Non è facile trovare libri su questi argomenti che hanno per protagonisti una donna. L’alpinismo non è terreno molto frequentato da donne purtroppo. Ed è bello notare che nell’alpinismo di Nives c’è l’amore per il marito. Il loro rapporto è parte integrante della loro esperienza in alta quota. Si condividono le difficoltà, la fatica, le gioie. E forse si riesce anche a condividere la solitudine. Un libro veloce e piacevole, se piace lo stile un po’ arzigogolato e retorico (ma anche poetico)  di De Luca.

Monte Borgognone dal passo Silara

...cartelli anonimi
Borgognone

Escursione del 30 Agosto 2015. Il monte Borgognone è scarsamente visitato, molto meso conosciuto dei fratelli maggiori Orsaro, Marmagna, ecc. A dirla tutta è anche poco e mal segnalato, eppure ha una bellissima anticima rocciosa, divertente da salire e con un panorama stupendo. Lo abbiamo salito partendo dal Passo Silara, con un percorso un po’ lungo e principalmente boschivo in una calda e assolata domenica d’Agosto. Durante tutti i 13 km dell’escursione il conteggio degli incontri con altri esseri umani è di due persone. Un buon motivo per provare!

Vai alla pagina dell’escursione con foto e dettagli.